Lo Stato innovatore Chi l imprenditore pi audace l innovatore pi prolifico Chi finanzia la ricerca che produce le tecnologie pi rivoluzionarie Qual il motore dinamico di settori come la green economy le telecomunicazio

  • Title: Lo Stato innovatore
  • Author: Mariana Mazzucato
  • ISBN: 8858111702
  • Page: 459
  • Format:
  • Chi l imprenditore pi audace, l innovatore pi prolifico Chi finanzia la ricerca che produce le tecnologie pi rivoluzionarie Qual il motore dinamico di settori come la green economy, le telecomunicazioni, le nanotecnologie, la farmaceutica Lo Stato lo Stato, nelle economie pi avanzate, a farsi carico del rischio d investimento iniziale all origine delle nuove tecnologie lo Stato, attraverso fondi decentralizzati, a finanziare ampiamente lo sviluppo di nuovi prodotti fino alla commercializzazione E ancora lo Stato il creatore di tecnologie rivoluzionarie come quelle che rendono l iPhone cos smart internet, touch screen e gps Ed lo Stato a giocare il ruolo pi importante nel finanziare la rivoluzione verde delle energie alternative Ma se lo Stato il maggior innovatore, perch allora tutti i profitti provenienti da un rischio collettivo finiscono ai privati Per molti, lo Stato imprenditore una contraddizione in termini Per Mariana Mazzucato una realt e una condizione di prosperit futura arrivato il tempo di questo libro.

    • Free Read [Ebooks Book] Ê Lo Stato innovatore - by Mariana Mazzucato ×
      459 Mariana Mazzucato
    • thumbnail Title: Free Read [Ebooks Book] Ê Lo Stato innovatore - by Mariana Mazzucato ×
      Posted by:Mariana Mazzucato
      Published :2019-06-06T17:10:00+00:00

    About “Mariana Mazzucato

    1. Mariana Mazzucato says:

      Mariana Mazzucato Is a well-known author, some of his books are a fascination for readers like in the Lo Stato innovatore book, this is one of the most wanted Mariana Mazzucato author readers around the world.



    2 thoughts on “Lo Stato innovatore

    1. Il libro, da poco in libreria, è opera di Mariana Mazzucato, che insegna economia dello sviluppo nella Università del Sussex. Il tema, come si capisce dal titolo, è sul ruolo dello Stato, un ruolo chiave, secondo l’autrice, per lo sviluppo dell’innovazione.Nella prima parte del libro analizza e dimostra come, nella generazione delle più importanti innovazioni tecnologiche del recente passato, lo Stato, in particolare gli USA, ha giocato un ruolo fondamentale e insostituibile. Gli esemp [...]

    2. Non credo che sia un libro facile, anche se analizza il ruolo dello stato innovatore in modo molto preciso e articolato.Mi ha riportato alla mente vecchie letture di economia degli anni '70 sulle piccole imprese e il loro ruolo.Condivido completamente la sua tesi, non nuova, ma spiegata meglio con esempi reali e contemporanei.Da questo libro viene fuori un ruolo dello stato necessario è utile per il benessere e la crescita economica dei singoli.Purtroppo l'idea che l'economia occidentale o capi [...]

    3. Il libro di Mariana Mazzucato è scorrevole ed interessante. Sono molteplici i casi d'esempio presentati dalla scrittrice. L'analisi è più che mai attuale; in tutto il mondo si scontrano filosofie di stampo Schumpteriano ("forza distruttrice creatice") con quelle di tipo Keynesiano ("intervento del pubblico sul mercato") e ciascun gruppo sostiene con vigore le proprie tesi.La verità però è che nel corso degli anni su molteplici tecnologie che oggi diamo per assodato l'intervento dello stato [...]

    4. La tesi della Mazzucato è che vi sia la necessità di uno stato imprenditore ed innovatore che non solo investa in un periodo anticiclico di riduzione della domanda, come direbbe Keynes, ma che investa in innovazione e ricerca sviluppo, come direbbe Schumpeter ed i suoi seguaci. Là dove il rischio è troppo elevato solo lo stato può investire con una strategia di lungo termine. Il libro è arricchito di utili esempi concreti di importanti aziende che hanno sfruttato i risultati di ricerca e s [...]

    5. Da come veniva presentato, lo immaginavo come un libro alla Alan Friedman, piuttosto agibile anche per chi di economia se ne intende poco. Si tratta invece di un saggio economico in tutto e per tutto, almeno nella prima parte, con termini tecnici e specifiche che lo rendono fruibile a un pubblico già preparato, almeno in minima parte, sulle dinamiche economiche. Al di là di questo, si tratta di un volume interessante e "controcorrente" che vale la pena leggere, e capire.

    6. ne ho letto circa un terzo e per ora mi è sembrato molto interessante. E' scritto in modo molto chiaro e ho trovato finalmente argomentate alcune posizioni che potrebbero portare il dibattito sulla crisi e sugli strumenti per uscirne su binari più costruttuivi. Dovrebbero leggerlo tutti coloro che si occupano di politiche pubbliche e di innovazione.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *